testata_giacomi

A pochi giorni dalla scomparsa della sua cara madre spentasi all’età di 101 anni, Luciano Giacomi – gravato negli ultimi mesi da una inesorabile  e dolorosa malattia, nella serata di lunedì 8 giugno è spirato, confortato dai santi Sacramenti somministratigli dal vicario per il coordinamento pastorale della diocesi di Trieste mons. Roberto Rosa, parroco di S. Giacomo Apostolo, parrocchia di Luciano.

Tutti i Sodali del Collegio Liturgico dell’Apparizione di San Marco Evangelista lo ricordano per i suoi modi schietti, sempre disponibili, per il suo ottimismo nonché per il suo spirito di sacrificio, sempre pronto a portare il suo aiuto materiale e morale dove ce ne fosse bisogno.

Cresciuto da bambino nella parrocchia della Beata Vergine delle Grazie – ricostruita dopo i dolorosi bombardamenti alleati che tanto danno recarono a Trieste nel giugno del 1944 – era vicino alla comunità dei Frati minori della provincia di Trento, ove con zelo partecipava alle attività dei ministranti appassionandosi alla liturgia.

La sua feconda e vivace memoria lo portava spesso a ricordare aneddoti ma anche a spiegare con facondia e dovizie di particolari le funzioni che egli, bambino e poi adolescente, ebbe modo di servire.

Fu insegnante di educazione fisica, laureato in pedagogia e specializzato nella giustizia sportiva, ambito nel quale eccelleva nei suoi incarichi di giudice internazionale di vela stimato ed apprezzato, che lo portava spesso nelle più lontane zone del globo.

Le sue esequie saranno celebrate presso la chiesa della B. Vergine del Soccorso dai triestini chiamata S. Antonio vecchio, nel cuore della “città vecchia”, alle porte del Borgo Giuseppino così chiamata per distinguerla dal nuovo tempio dedicato al Taumaturgo edificato – nelle forme neoclassiche – nel Borgo Teresiano. È una chiesa legata alla giovinezza di Luciano, infatti è costruita accanto all’Istituto Tecnico Nautico di Trieste “Tommaso di Savoia Duca di Genova”, una scuola che egli considerò sempre “sua” e alla quale associava tantissimi ricordi.

Il sacro rito sarà officiato alle ore 12 di venerdì 12 giugno secondo l’antico rito romano secondo la sua volontà, proprio quella liturgia della sua giovinezza e per la quale ebbe tanto zelo ed amore fino agli ultimi giorni della sua esistenza terrena.

Possa il Signore accoglierlo dopo il suo peregrinare e dopo tanta sofferenza nel suo regno e parteciparlo a godere per sempre della liturgia celeste.

Luciano Giacomi in servizio a S.Salvador (Ve)

Luciano Giacomi nelle sue attività veliche

S. Antonio Vecchio (piazzetta Santa Lucia,2)

Comments are closed.