Messa per la festa dell'Apparizione di san Marco Ev. (cronaca e immagini)

Nel pomeriggio di lunedì 25 giugno 2012, presso la chiesa parrocchiale veneziana di S. Salvador sono convenuti i sodali del Collegio Liturgico dell’Apparizione di San Marco Evangelista di Una Voce Venezia sezione “Paolo Zolli”, per convenientemente onorare con una messa in canto – secondo l’antico messale romano – la festa dell’Apparizione di san Marco, propria della chiesa patriarcale di Venezia (per un approfondimento su questa festa fai click qui). A celebrare il sacro rito è stato il sacerdote don Michele Tomasin del clero dell’arcidiocesi goriziana. Nutrito e ampio per l’occasione il programma musicale e organistico, curato dal Collegio stesso, che ha contemplato l’esecuzione del proprium del giorno e della Missa IVa (Cunctipotens) alternata ai versetti organistici del compositore cinquecentesco Girolamo Cavazzoni, seguendo la prassi dell’ “alternatim” normata dal Cæremoniale Episcoporum, durante la sacra funzione sono stati eseguiti anche brani di Jan Pietrszoon Sweelink e di Johann Jakob Froberger. Le lezioni scritturali sono state proclamate secondo antiche modulazioni del repertorio che è denominato “patriarchino”, il prefazio è stato cantato secondo il tono ornato e festoso della melodia “solemniore”. Alla celebrazione della santa messa ha fatto seguito l’esposizione della reliquia dell’evangelista san Marco al canto di un responsorio trascritto dall’antico repertorio marciano. Con la reliquia sono stati poi benedetti gli astanti che l’hanno ossequiata baciandola. I sodali che hanno ministrato alla liturgia hanno indossato – come è uso del Collegio Liturgico dell’Apparizione di San Marco Evangelista nel periodo estivo – le albe che negli intenti vogliono richiamare l’abito dei “tarsiciani” voluti dal patriarca cardinale La Fontaine proprio in Venezia per il servizio al culto divino.

25/06/2012, l'altare preparato.Introito, l'incensazione.Durante il canto del Credo.Elevazione dell'Ostia.Benedizione.Orazione prima della benedizione con la reliquia.

Comments are closed.